Art. 106 TUB, Circolare 3 aprile 2015 n. 288 della Banca d'Italia

Presentazione
FBS è un Intermediario Finanziario che opera dal 1997 in qualità di operatore indipendente nel settore della valutazione, gestione ed acquisto di crediti deteriorati (in larga parte sofferenze) erogati da Istituti di credito nazionali, a tutt'oggi di loro titolarità ovvero ceduti a terzi ovvero alla stessa FBS. Dalla sua nascita, FBS ha effettuato, elettivamente, attività di due diligence e servicing di portafogli di crediti ad incaglio ed a sofferenza, anche cartolarizzati, per molteplici enti istituzionali operanti a livello internazionale e società di emanazione degli stessi. In relazione alle sopradescritte attività FBS - iscritta all'Albo Unico degli Intermediari Finanziari ex art. 106 TUB n° 67, - risulta sottoposta alle "Disposizioni di vigilanza per gli intermediari finanziari" di cui alla Circolare della Banca d'Italia n° 288 del 3 aprile 2015.
  • 1 L'Intermediario Finanziario
    L'Intermediario Finanziario è tenuto ad adempiere alle prescrizioni regolamentari atte a garantire una sana e prudente gestione, dettagliate dalla normativa richiamata. Tra le principali, l'adeguatezza patrimoniale in relazione alle attività e alle diverse connesse tipologie di rischio, principi di governance che garantiscano la separatezza delle funzioni e la loro univocità deliberativa e informativa, la gestione dei conflitti di interesse, la presenza di un adeguato Sistema dei Controlli Interni attraverso la presenza dei tre livelli controllo, tra i quali la funzione Risk Management, la verifica dei requisiti che devono sussistere in capo agli esponenti aziendali di riferimento.
    FBS SpA pone particolare attenzione all'osservanza delle citate prescrizioni regolamentari.
  • 2 Sistema di Amministrazione e Controllo
    FBS presidia l'efficacia degli assetti organizzativi e di governo societario che costituiscono la condizione essenziale per il perseguimento degli obiettivi aziendali. Tenuto conto della complessità operativa, degli obiettivi strategici e della struttura organizzativa, FBS ha individuato, ad oggi, nel modello tradizionale (Consiglio di Amministrazione con funzione di supervisione strategica e Collegio Sindacale, con funzione di controllo), l'assetto in concreto più idoneo ad assicurare l'efficienza del Sistema di Amministrazione e Controllo.
  • 3 Misurazione e Gestione dei Rischi
    L'Intermediario Finanziario deve disporre di metodi di misurazione e gestione dei rischi attraverso l'adozione del cd Processo ICAAP regolamentato da un'apposita Policy al fine ultimo di quantificare il capitale interno complessivo risultante dalla somma del capitale interno da mantenere a fronte di ogni singolo rischio individuato, misurato e valutato. La funzione Risk Management puo' essere esternalizzata solo ad altri soggetti vigilati o ad una società di revisione.

    FBS ha deliberato di internalizzare la funzione precedentemente conferita in outsourcing, ha adottato una nuova Policy ICAAP allargando il perimetro dei rischi considerati, adottato un nuovo Regolamento della funzione e la Procedura per la Selezione dei Responsabili delle Funzioni di Controllo.
  • 4 Flussi Informativi, Sistema Informativo Contabile e di Bilancio
    L'Intermediario Finanziario deve adottare una Policy dei Flussi Informativi al fine di garantire il puntuale ed adeguato passaggio informativo tra le diverse Unità Organizzative interessate ai singoli processi.

    FBS ha deliberato l'adozione di una Policy dei Flussi Informativi.

    Il Sistema Informativo Contabile deve risultare adeguato rispetto al volume ed alla complessità delle attività ed essere tale da supportare in modo coerente ed efficace tutti i processi aziendali e i flussi informativi.
    Tale sistema deve far fronte, inter alia, a due adempimenti articolati, sistematici e vincolanti definiti segnalazioni: le Segnalazioni Statistiche e le Segnalazioni alla Centrale Rischi della Banca d'Italia.
    Il Bilancio deve essere redatto in base ai principi contabili internazionali (IAS) e costituisce un importante strumento di trasparenza informativa per la comunità degli stakeholders. Il bilancio di FBS è certificato dalla PriceWaterHouse&Coopers che ne cura anche i controlli contabili.

    Il bilancio di FBS è redatto con applicazione degli IAS e la sua redazione è improntata al principio di trasparenza nei confronti della comunità degli stakeholders e ha approntato i presidi organizzativi necessari agli adempimenti segnalatici previsti dalla normativa applicabile.